mercoledì 25 novembre 2015

Immersus emergo

Quando affondo, riemergo. E' il mio secondo tatuaggio. Il mio motto. L'unica cosa in cui ho capito di essere veramente brava.
Non ho mai avuto paura del dolore, delle difficoltà. Non sono mai scappata neanche quando forse, anzi sicuramente, sarebbe stata la scelta migliore. La ritirata strategica che ti evita feriti e prigionieri. Ma non è mai stato da me. Ho sempre vissuto tutto al massimo. Gioie, dolori, amori, speranze. Tutta me stessa, muscoli, cuore e nervi esposti e offerti puntualmente in sacrificio.
Ma ogni volta, ogni santa volta, ho trovato il modo per rialzarmi. Piegata, dolorante, un po' ammaccata, ma sono sempre riemersa dai miei abissi.
Ed è qualcosa che non voglio smettere di fare. Anche ora che quegli abissi li guardo e so che sarebbero pronti ad inghiottirmi in un batter di ciglia se io lo permettessi.
Così me lo sono scritta sul polso. Per ricordarlo quando mi verrà voglia di mollare o quando penserò "questa volta non ne esco."
Perché ne uscirò anche se non so come.
Per il momento corazzo me stessa, mi preparo alla guerra e festeggio le mie prime timide vittorie.
Una in particolare mi rende molto molto orgogliosa di me. E sì ho voglia di vantarmene perchè nella vita non lo faccio. Anche davanti ai complimenti altrui tendo a sminuire. Ma ora mi va di dirlo e di dirlo forte perchè sono fiera di me, perchè mi amo per questo.
Dopo una vita passata a lottare con la mia obesità e la mia pigrizia, mi sembra ancora impossibile l'impresa che si sta avverando sotto i miei occhi.
7 mesi di palestra e dieta: 37kg persi.
Mi guardo allo specchio e a stento mi riconosco anche se il percorso non è ancora finito e di salita da fare ce n'è tanta.
Eppure io stento a riconoscermi. E non si tratta di kg, centimetri o taglie. Si tratta di una me che non molla, che ci crede, che lotta e lo fa con il sorriso.
Si parla di una pigra da premio oscar che improvvisamente e senza neanche saperlo si butta nel body building e ce la fa.
Neanche sapevo cosa fosse fino a qualche mese, figurarsi.
Il body building non è neanche uno sport. E' uno stile di vita. Vuol dire davvero concentrare le proprie energie in un obiettivo. Vuol dire farsi il culo vero in palestra 5/6 volte a settimana in sessioni che variano dall'ora e mezza alle due ore, vuol dire seguire scrupolosamente un'alimentazione ferrea senza concessioni.
Soprattutto vuol dire competere costantemente con se stessi. E forse è questa la parte che amo di più. Al di là degli evidenti risultati fisici, c'è la voglia di migliorarsi sempre. La soddisfazione quando riesci a non mollare anche se le gambe bruciano, quando riesci a fare una serie con un peso maggiore.
La forza d'animo che ti tira fuori è qualcosa di sbalorditivo. Almeno per me. Che non lo credevo proprio, che mai avrei immaginato di fare una vita cosi, che mai avrei pensato di riuscire. E invece...
Sono fiera di me, molto.
Lasciatemelo dire :)

6 commenti:

  1. c'è una cosa che invidio agli scogli, ed è la loro capacità di rimanere fermi mentre l'acqua gli si butta pesante addosso. col tempo l'acqua li levigherà, ma con gli anni loro saranno sempre gli stessi scogli, mentre l'acqua che li aveva colpiti non esisterà più.
    tu sei uno scoglio che le maree si divertono a coprire, ma sei bella anche sott'acqua, perché il sole poi tornerà sempre su di te.
    (io sono quella che fa il morto e si fa trascinare dalle correnti, sii clemente con me)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. tesoro, cosa aggiungere? Nessuno mi hai mai detto una cosa tanto bella. Davvero. Ho riletto il tuo commento credo una decina di volte chiedendomi se davvero io meritassi parole tanto belle. Ti adoro, lo sai, ma sento il bisogno di ribadirlo :) tu sai cullarmi il cuore

      Elimina
  2. E' giusto che tu sia fiera di te ... devi ringraziare solo te stessa e nessun'altro perchè quello che fai lo fai soprattutto per te. Brava

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie :) mi piace leggere un Brava ogni tanto :D

      Elimina
  3. Ciao streghetta. ti ho sempre letta anche se non ho commentato le ultime volte (perché non sapevo bene cosa dirti ed ho preferito quello piuttosto che lasciarti frasi così, solo per un commento in più). Invece adesso voglio dirti che sono veramente felicissima per te e ti esorto a ripetere quello che hai fatto: dirti e dire quanto tu sia orgogliosa di te.
    Penso che meriti di sentirti 'premiata' da noi che ti leggiamo e soprattutto da te stessa, perché i sacrifici, gli sforzi, ma anche i risultati sono tuoi e tuoi soltanto.
    Hai raggiunto un bellissimo traguardo e spero davvero che tu possa andare ancora avanti finché vuoi e dove vuoi.
    Bellissimo anche il tatuaggio, sia proprio materialmente che anche per la frase ed il concetto.

    Ti mando un grande abbraccio e faccio il tifo per te.

    P.s. ma poi ci fai vedere le tue foto tutta unta di olio e muscolosissima con le tipiche pose da body-builder?:-P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie Paola :) La mia fortuna è stata ed è tutt'ora avere persone intorno che mi sostengono ed incitano. Dalla palestra, al lavoro, a casa.. ho un intero funclub :D E aiuta tantissimo, specialmente all'inizio quando pensi che non ne sarai capace. Ora vado come un treno e spero di continuare.
      Per la foto devo deluderti...io non mi ungo! :P però a fine percorso potrei arrivare addirittura a mettere qui una foto del prima e del dopo. Non assicuro niente :)

      Elimina