mercoledì 22 gennaio 2014

Non è ancora tempo

Non è ancora tempo di parlare di te. 
Perchè è ancora presto, perchè in genere non si fa. In genere le persone normali aspettano di avere qualche certezza in più prima di sbandierare al vento la propria felicità, se non altro per un pizzico di scaramanzia che non guasta mai.
Ma io non sono una persona normale. A me capita di pensarti e sentire l'emozione che mi chiude la gola con un magone e gli occhi riempirsi di lucciconi. Sento la tua voce calda e roca nel mio orecchio e il mio cuore fa le capriole e saltella felice come un bimbo che ha appena cominciato a camminare.
E' così presto eppure sento l'appartanenza. Tu mi appartieni. E io appartengo a te. In qualsiasi modo andrà, sarà così. 
Perchè ci siamo entrati sotto pelle così in fretta.  Perchè in un tempo in cui si mette a nudo il corpo ma non l'anima, noi siamo qui a far innamorare le nostre anime prima dei nostri sensi. Perché siamo tutti e due qui frastornati e meravigliati per quanto ci sentiamo vicini, per quanto ci sembra di conoscere a menadito l'altro pur essendo consapevoli che così non è. Perchè abbiamo fatto l'elenco degli ostacoli oggettivi e spulciato una ad una le mie e le tue paure e abbiamo provato ad ascoltarle e a dirci addio... ma dopo poche ore eravamo di nuovo lì a dirci "mi manchi. Vivimi. non andartene ora."
Mi chiami nanetta tu, perchè scherzavamo sul fatto che dall'alto dei tuoi 191 cm di altezza... il mio risicato metro e sessanta è proprio una facezia. E tu mi dici "mi piaci nanetta."  E ogni volta quel "nanetta" viene detto un po' più dolcemente e mi dici che anche se dovesse mai finire, nessuno potrà chiamarmi così. Giuramelo nanetta. 
E io te lo giuro perchè niente di te potrà mai essere rimpiazzato. E io ti chiamo Burberetto perchè sei tenero quando cerchi di difenderti da me, quando cerchi di metter su la maschera dell'uomo tutto d'un pezzo per non rischiare di perdere la testa. Sei tenero perchè poi non ce la fai e ti sciogli e la tua anima risplende.
Da quando ci sei io avrei voglia di chiamare uno ad uno tutti quelli che mi hanno fatto male.
Chi non mi ha voluta, chi mi ha illusa e ferita, chi diceva di amarmi e non era vero niente, chi non è restato.
Vorrei chiamarli uno ad uno per dire loro GRAZIE perchè sono convinta che tutti gli abissi che attraversiamo nella vita abbiano un senso solo se portano poi ad una rinascita e se quella rinascita sei davvero tu io sarei pronta a riaffrontare tutto per le prossime mille vite. Perchè io non ci credevo più che tu esistessi... non ci credevo più.


12 commenti:

  1. E' un post bellissimissimissimo.
    Issimissimo.
    E ho gli occhi a cuore.
    E anche io sono nana ma nessuno mi chiama nanetta.
    E io, niente. Auguri tesoro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dolcissima Emma grazie di cuore :) grazie a te e a quei pochi che ancora credono... perchè io sto lottando con chi cerca di tenermi inchiodata a terra mentre vorrei solo spiccare il volo. Ma poco importa che tanto volo lo stesso :) un bacione

      Elimina
  2. Wao, sono proprio contento per te, streghetta, davvero!
    Goditi questo magico momento perché qualsiasi cosa succeda dopo tutta questa magia cambierà. In altra magia, forse. Ma sarà comunque diversa :)
    Un abbraccione :)

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie Moz :) Hai ragionissima. Il momento magico dell'inizio dura il tempo che trova e poi, inevitabilmente, si trasforma. Forse è questo che lo rende unico e tremendamente bello. Il batticuore, le gambe che tremano.. ma io ci spero tanto che si evolva in qualcosa di diverso. Perchè vorrà dire che siamo rimasti e nulla potrebbe rendermi più felice :) un abbraccio forte a te!

      Elimina
    2. Tengo le dita incrociate per te! ;)

      Moz-

      Elimina
  3. Oddio, adesso ti faccio ridere. A parte che in generale ho sorriso per tutto il post perché, davvero, mette un po' in pace con se stessi quello che hai scritto. Sapere che alla fine 'va tutto bene'; che servono anche le sconfitte perché prima o poi il traguardo lo raggiungiamo tutti e trionfiamo stile telefilm americano :)
    Però, dicevo, ti faccio ridere dicendoti che quando hai scritto della parte del nomignolo dolce, 'nanetta', ho pensato per un secondo (nella mia follia, che ovviamente è infondata, ahah) 'oh, cavolo, abbiamo conosciuto lo stesso ragazzo!Mo lo uccido!'. xD

    Però scemenze a parte (e ti capirò quando dirai 'ma questa è tutta scema!':-D), ti auguro sempre che il sorriso risplenda nelle tue giornate, ed anche quando quelle saranno un po' più grige e tempestose, che ci sia il tuo Burberetto a tenerti l'ombrello. Non vedo neanche un motivo per il quale non augurarti tutta la felicità di questo mondo.

    Un sorriso ed un abbraccio :-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahah Paoletta mi hai fatto ridere non poco :) Spero per lui che non sia lo stesso (ma posso metterci la mano sul fuoco) altrimenti gli spezzo le braccine ahahahaha :) :)
      Eh speriamo, speriamo bene.. grazie mille tesoro un abbraccio forte

      Elimina
  4. Sono contento per te Streghetta :) E, leggendo altri commenti, mi sento di rassicurare te e Paola che il tuo Burberetto non sia la stessa persona ^^ Ma, ironie a parte, sono molto felice di leggerti... felice, percui non smettere di esserlo, e viviti la storia che sta nascendo con serenità, sincerità ed emozione, perchè come ti è stato giustamente detto... "va tutto bene" :)

    Buona giornata! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì. va tutto bene. Ma bene bene :) Grazie mille Mauri,
      buonagiornata un abbraccio :)

      Elimina
  5. C'è tanta bellezza, tanta intensità, tanta profonda felicità. E non c'è un motivo valido per cui tutto ciò debba essere tenuto rinchiuso a fatica.
    Grazie per averlo regalato.
    Un bacione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te per le belle parole :) *-*
      Un bacione forte

      Elimina